Sono un po' allergica ai libricini di "esercizi" o di disegni da colorare.
Però, d'altra parte, credo che nemmeno limitarsi al disegno libero a tutti i costi sia una scelta vincente, perché a volte la creatività nasce proprio dall'imposizione di regole e limiti entro i quali stare (o non stare).

la cucina degli scarabocchi

Con La cucina degli scarabocchi, edizioni L'ippocampo, Hervé Tullet coinvolge i bambini in un mix perfetto tra libertà d'espressione e confini tracciati, come solo lui sa fare.
(Non devo spiegarvi chi sia Hervé Tullet, vero? E li avete visti i suoi ultimi libri d'arte per piccolissimi, vero?)

la cucina degli scarabocchi

La cucina degli scarabocchi si presenta come un libro di ricette.
Ma le ricette hanno nomi come "Insalata veloce di cerchi", "Delizia di scarabocchi", "Minestra di zig zag" e "Insalata di mani".

Tullet invita i bambini a mettersi in gioco non con cibo e pentole, ma con matite, pennarelli e colori.
Gli ingredienti, elencati nei risvolti, sono infatti punti, cerchi, forme, linee e ghiribizzi.


la cucina degli scarabocchi

Ogni ricetta si dipana su una doppia pagina: a sinistra il procedimento, a destra il disegno di un piatto vuoto, da riempire con la propria realizzazione.
Il grande formato (25 x 34,5 cm) permette di dare sfogo alla creatività senza sentirsi costretti da margini troppo limitati.


la cucina degli scarabocchi

Le istruzioni, o meglio "il procedimento" della ricetta, sono molto dettagliate (Tullet specifica colore e numero di ogni elemento da aggiungere), ma la materia di partenza, di per sé dipendente dal tratto individuale del bambino e dal suo senso delle proporzioni, rende ogni piatto un'opera in cui domina la libera espressione del gusto e del gesto personale, in perfetto stile Tullet.

la cucina degli scarabocchi

Il libro, in bianco e nero (per esaltare meglio l'apporto del bambino), contiene qualche pagina colorata con alcuni "esercizi" in più, come piatti già disegnati a cui dare un nome.

Se fare "lo chef dei colori" piace a vostro figlio, vi propongo un'attività in più, che ci ha divertiti molto:


la cucina di carta


In sostanza, si tratta della versione tridimensionale e materica di La cucina degli scarabocchi di Tullet.
Ho preso un grande foglio di carta e ho ritagliato un piatto e un tovagliolo di carta colorata.

la cucina degli scarabocchi

Poi ho invitato i miei bimbi a creare la loro ricetta con forbici e colla, a partire dalla carta colorata, utilizzando i ritagli come ingredienti.
Abbiamo preparato una pizza.

la cucina degli scarabocchi

E con strisce di carta arricciate con le forbici, anche le tagliatelle.

la cucina degli scarabocchi

Un vero e proprio menù "alla carta"!

Nessun commento:

Posta un commento