Librosauri.

Mamma, ma ai tempi dei dinosauri tu e papà c'eravate?
Già: ci vuole una buona dose di autoironia per diventare genitori. In compenso, mentre loro cercheranno in tutti i modi di farvi sentire vecchi, tornerete in qualche modo bambini, e avrete la scusa ideale per riprendere giochi, storie e fantasie che avevate abbandonato da un po'. I dinosauri, ad esempio.

Il bello dei dinosauri è che nessuno, nemmeno i paleontologi più esperti, potrà mai sapere esattamente come fossero, o perlomeno nessuno può più chiedere loro se è vero, perciò su di loro si possono raccontare storie di ogni tipo, da quelle più aderenti alla realtà a quelle che li immaginano capricciosi, goffi, generosi, simpatici o antipatici, fortissimi o teneri, proprio come noi.


Questi sono i "nostri" dinosauri, a proposito. Ce n'è un po' per tutti i gusti.

Ad esempio, i dinosauri potrebbero assomigliare molto a dei bambini che fanno i capricci perché non hanno voglia di essere messi a nanna.
In Cosa fanno i dinosauri quando è ora di dormire? (ed. Il Castoro) si vede proprio una serie di dinosauri di diverse specie alle prese con dei genitori (umani) che vogliono metterli a nanna.
Il parallelismo con il comportamento dei bambini è evidente, e il finale invita il bambino ad essere un "bravo dinosauro" e a comportarsi bene, ma il paradosso di vedere questi bestioni comportarsi da infanti fa passare in secondo piano la componente "educativa" del libro, a favore di quella divertente.
Il messaggio, insomma, passa attraverso una bella risata, che poi è il modo migliore per farlo passare.
Il testo in rima rende più gradevole l'ascolto e aiuta il bambino a memorizzare e quindi anticipare la storia.


Ogni pagina, inoltre, riporta la specie di dinosauro raffigurata, per soddisfare le curiosità dei piccoli paleontologi di casa.
Cosa fanno i dinosauri quando è ora di dormire? è solo un titolo (personalmente quello che preferisco) di tutta una serie che comprende anche Cosa fanno i dinosauri quando è ora di mangiare?, Cosa fanno i dinosauri quando è ora dei capricci? e Cosa fanno i dinosauri quando è ora di scuola?.



Le storie fantasiose sui dinosauri sono belle, sì, ma chi erano davvero i dinosauri? Come vivevano, com'era la Terra a quei tempi?
A rispondere, naturalmente, è Editoriale Scienza, con un libro pop-up della collana "il piccolo mondo animato", di cui fa parte anche Le avventure dei pirati. (ne avevo parlato qui).
Sollevando alette di tante forme, girando ruote, esplorando didascalie e illustrazioni scopriamo da chi era abitata la Terra nel Cretaceo (no, non c'erano solo i dinosauri), quanti diversi tipi di dinosauri esistevano, come cacciavano e come combattevano.


Scopriamo anche cos'è rimasto dei dinosauri al giorno d'oggi, come facciamo a sapere tante cose su di loro, come possiamo vederli al museo.


Insomma: dal passato al presente, Al tempo dei dinosauri fa uscire i dinosauri dal mondo della fantasia per riportarli alla loro realtà storico-scientifica, con la capacità di rendere interessante e coinvolgente la scoperta delle informazioni grazie alle immagini coloratissime e ai meccanismi pop-up.


E se vi capitasse un dinosauro in giardino, come vi comportereste?
Forse, come il piccolo Tom, protagonista di Il grosso brutto dinosauro, provereste a convincerlo con le buone spiegandogli che non è affatto carino mangiare i bambini o i loro cani.
Forse come lui, siccome le buone maniere non sono servite, provereste a catturarlo e a cercare di redimerlo dopo averlo reso inoffensivo.
E magari ci riuscireste anche voi, trasformando un grosso brutto dinosauro in un animale mansueto e simpatico, che rimedia ai danni fatti con la sua irruenza e chiede anche scusa.

Il grosso brutto dinosauro (edizioni Lapis) è un libro molto divertente e molto dinamico, pieno di azione, di suoni, di versi e di formule ripetute, perfetto anche per una lettura collettiva.
Un albo che attraverso il coinvolgimento e le risate sottolinea l'importanza della gentilezza e delle buone maniere nella vita quotidiana.



E poi c'è Dino, un piccolo dinosauro di Valentina Edizioni, che vuole condividere le caramelle con un amico, ma viene disturbato da un dinosauro prepotente, che fa il bullo con lui, vuole tutte le sue caramelle e non crede nell'esistenza di questo amico grande e misterioso.

Una pagina dopo l'altra diventa sempre più evidente per chi legge che l'amico di Dino il piccolo grande dinosauro è in realtà un dinosauro enorme e che i due protagonisti, il piccolo e il bullo, ci sono sopra, muovono la sua coda e saltano sulla sua schiena.


Come è giusto che sia nelle favole (sarebbe bello se accadesse anche nella realtà), il bullo verrà ridicolizzato e a vincere saranno l'amicizia e i buoni sentimenti.
Ancora una volta, il messaggio viene trasmesso attraverso una storia buffa, coinvolgente, tutta da leggere con vocine e vocioni.

E alla fine, la gentilezza vince sempre. Fin dai tempi dei dinosauri.


             

You Might Also Like

0 commenti

Flickr Images