I bambini, con i segreti, hanno un rapporto complicato.
Spesso sono totalmente incapaci di mantenere la riservatezza, persino quando andrebbe a loro vantaggio ("Ti faccio vedere i cartoni, ma non dirlo alla mamma" "Va bene, nonna". Un'ora dopo: "Mamma, non arrabbiarti, ma la nonna mi ha fatto vedere i cartoni!").
Di contro, ci sono cose che i bambini sono incapaci di esprimere, e che diventano segreti inconsapevoli: paure, emozioni, sentimenti a cui non riescono a dare voce e che restano nascosti in un angolo del loro cuore.


Il segreto, albo cartonato di Eric Battut pubblicato da Pulce edizioni, potete vederlo così: come una bella metafora di quel luogo segreto dentro di noi, che per quanto cerchiamo di nascondere, in qualche modo emerge, si manifesta. E quando impariamo a condividerlo, rende tutto più semplice e lunimoso.

Potete vederlo così, certo, oppure potete vederlo semplicemente come una storia divertente, che gioca sui diversi piani di focalizzazione (il narratore, e quindi il lettore, sanno e vedono qualcosa che il protagonista non sa) per ottenere un effetto comico.

Il segreto racconta, con immagini minimali e poche parole, la storia di un topolino che trova una mela: "sarà il mio segreto!", dice. E così, la nasconde sotto terra.


Passano diversi animali (uno scoiattolo, un uccellino, una tartaruga...) che chiedono al topolino cosa nasconda lì dietro, ma la sua risposta è sempre la stessa:
"È il mio segreto e mai lo dirò"

Ma mentre il topino pronuncia queste parole, dando sempre le spalle al luogo dove la mela è sotterrata, vediamo crescere dietro di lui una pianta che, pagina dopo pagina, si fa sempre più grande.

Leggendo, viene quasi spontaneo sorridere per questa ingenuità e avvertire il topolino: "ma come? non vedi? sta crescendo una pianta dietro di te!".

Il topolino se ne accorgerà solo quando il suo segreto sarà diventato un albero ricco di mele che cadono a terra mature, e tutti gli animaletti che aveva incontrato godranno insieme a lui di questi frutti gustosi.

Il segreto ha un formato quadrato e solide pagine cartonate, adatte alle piccole mani.
Il testo breve, con semplici rime e struttura ripetitiva, si presta ad essere imparato a memoria, cosicché presto i bambini impareranno a "leggerselo" da soli.
L'inquadratura delle immagini è fissa, perciò vediamo nelle prime pagine un ampio spazio bianco, in cui il protagonista sembra piccolo piccolo. Questo spazio viene gradualmente occupato dal melo, che cresce fino a riempire la pagina intera.
Anche l'impaginazione trasmette quindi la sensazione di qualcosa di piccolo che cresce nel tempo, fino a diventare così invadente da non poter essere visto.

In effetti, i processi di crescita avvengono sempre in qualche modo "in segreto", perlomeno inizialmente: lo sviluppo nasce dentro di noi o, nel caso di una pianta, dalle radici che si sviluppano sotto terra. Sono loro a nascere, prima ancora del germoglio che spunta.

E se invece la pianta nascesse sotto gli occhi di tutti?
Ho preso da alcuni post su Pinterest l'idea di utilizzare la custodia di un CD (non di quelli sottili, ovviamente) per "svelare il segreto" della crescita delle piante, in modo che i bambini possano vederne attimo per attimo tutto il processo.


Ho scelto i classici fagioli, semplicemente per la loro crescita particolarmente rapida, ma potete utilizzare con altrettanta efficacia altri tipi di semi (se sono più piccoli saranno ancora più adatti) e della terra al posto del cotone (che ho preferito per lasciare ancora più visibili i semi).
Scegliete comunque fagioli piccoli, perché una volta germogliati potrebbero non stare più nella custodia del cd.


Avvolgeteli con il cotone (senza coprirli, in modo che si vedano dall'esterno), bagnate e appoggiate la custodia su un vassoietto (perderà acqua). Naturalmente, dovete togliere l'inserto porta-cd dalla custodia e lasciarne solo la parte trasparente.



In pochi giorni il "segreto" verrà svelato e vedrete ora dopo ora attraverso la plastica trasparente nascere e crescere le radici e poi i germogli.



E infine, a un certo punto dovrete necessariamente aprire il cd: il "segreto" sarà cresciuto troppo per restare rinchiuso.


Nessun commento:

Posta un commento