"Ancora un libro e poi a nanna".
Sì, ma quale libro?
A casa nostra non esistono veri e propri libri della buonanotte, si legge un po' quel che capita, e poco importa se sia rilassante o avventuroso o che faccia ridere a crepapelle (già: poi mi chiedo perché non vogliono mai dormire). Ma se pensate che sul tema "nanna" ci siano soltanto libri soporiferi, be', vi sbagliate di grosso.
Oggi vi presento

dieci modi per dire buonanotte con un libro.

Una rassegna per tutte le età, tutti i gusti e tutte le nanne. Qual è quella più giusta per voi?



1. BUONANOTTE CON UNA NINNA NANNA.
Ninna nanna ninna mamma di Antonella Abbatiello è una filastrocca giocosa che parla di nanna e di mondi incantati, quasi per aprire una porta ai sogni.
Adatta anche ai bimbi più piccoli, perché rime e ritmo valorizzano la voce della mamma e ne fanno una coccola perfetta fin dai primi mesi. Crescendo, il bimbo apprezzerà anche i disegni, semplici e dai colori vivi e accesi. Qui la mia recensione.
Da 0 a 3 anni.



2. BUONANOTTE CON LA VOCE DELLA MAMMA
Voce di mamma e oggetti quotidiani, ovvero: familiarità.
È questa la chiave di A tutti, buonanotte...., di Komako Sakai. Pagina dopo pagina, seguiamo una successione di oggetti e animali che vanno a nanna, ognuno a modo loro, con i loro suoni ritmici e un po' ipnotici. A tutti, diamo la buonanotte.
Un libro rilassante, come una carezza della sera fatta con la voce della mamma. Qui la mia recensione.
Dai primi mesi.



3. BUONANOTTE CON UN RITUALE
L'orsetto, il pigiama, il ciuccio, il carillon... un piccolo rituale che viene raccontato come fosse la preparazione per un lungo viaggio in Buon viaggio piccolino; perché per ogni bimbo lasciarsi andare al sonno è un po' come partire, andare lontano. Beatrice Alemagna lo illustra con semplicità e delicatezza, con un ritmo lento e rassicurante e immagini quotidiane e riconoscibili anche per i più piccoli, da 1 anno. L'ho raccontato qui.



4. BUONANOTTE CON UNA ROUTINE
Quando si cresce, il "rituale" della buonanotte con cui i grandi accompagnano i piccoli diventa gradualmente una routine di cose che il bambino impara a fare con sempre maggiore autonomia: lavarsi, lavare i denti, mettere il pigiama.
Buonanotte signor Panda trasforma questa routine in un simpatico siparietto tra l'irresistibile panda di Steve Anthony e una serie di animali, tra cui l'immancabile lemure.
Una proposta per bambini dai 3 anni, che avevo recensito qui.



5. BUONANOTTE PRENDENDOSI UN PO' IN GIRO.
Una carrellata di dinosauri di diverse specie alle prese con dei genitori (umani) che vogliono metterli a nanna: in Cosa fanno i dinosauri quando è ora di dormire? i capricci di chi non vuole dormire diventano una caricatura, interpretati da bestioni decisamente sovradimensionati per le stanze di casa (e per le braccia di mamma e papà).
Un albo leggero e divertente, in rima, per ridere un po' di noi. Da 3 anni.
Ne avevo parlato qui.



6. BUONANOTTE... SE CI RIUSCIAMO 
Un orso stremato dal sonno e la sua vicina di casa, un'anatra, che proprio non riesce a dormire, e quindi lo tormenta proponendogli ogni genere di attività per farle compagnia: in Buonanotte! Jory John e Benji Davies costruiscono con colori, espressioni e linguaggio un contrasto esilarante tra questi due personaggi.
Ok, forse non è il libro ideale per mettere sonno, ma per riderci sopra è perfetto. Ne avevo parlato più approfonditamente qui.



7. BUONANOTTE SENZA PAURA
Il buio, i rumori, i mostri che si nascondono da qualche parte: sotto il letto, o dentro l'armadio, o forse solo nella nostra immaginazione. In Dora e il mostro dell'armadio Bryony Thomson racconta le paure che impediscono di lasciarsi andare al sonno, trasformandole con un po' di fantasia in qualcosa di amico.
Dai 4 anni. L'ho raccontato qui.




 
8. BUONANOTTE CON UNO SBADIGLIO 
Cosa succede quando qualcuno sbadiglia? Lo sbadiglio, si sa, è uno dei gesti più contagiosi che ci siano. Impossibile resistere, se qualcuno lo fa di fronte a noi.
E allora proviamo a seguire la carrellata di bocche aperte e fauci spalancate di questo originale albo, Sbadigli, in cui Marco Viale gioca con i personaggi e il loro irresistibile sonno.
Dai 4 anni. Trovate qui la mia recensione.


9. BUONANOTTE CONTAGIOSA
Si può anche raccontare la difficoltà a prendere sonno con un contrasto, leggendo la storia di Walter, Il bell'addormentato di  Pieter Gaudesaboos e Lorraine Francis. Walter si addormenta ovunque, ma proprio ovunque: in piscina, davanti ai cerali a colazione, perfino al luna park.
I suoi genitori le provano tutte per farlo stare sveglio, ma non c'è verso. Che la sua storia possa essere contagiosa e far addormentare anche qualche bambino? Dai 4 anni.
Ne ho parlato qui.





10. BUONANOTTE IN COMPAGNIA
Infine, se appartenete alla schiera di genitori dal materasso sempre un po' più affollato rispetto alle sue piazze dichiarate, c'è Buonanotte, gorilla! di Peggy Rathmann, la storia di un custode che saluta gli animali dello zoo dando a tutti la buonanotte, per poi trovarseli a sorpresa tutti quanti in camera.
Un classico americano fatto di pochissime parole e molti sguardi eloquenti, che vi ho raccontato qui.
Dai 3 anni.



Qual è la buonanotte che più vi assomiglia?
Qualunque sia, vi auguro che sia per tutta la notte. Almeno ogni tanto.

Copertina: Foto di LUM3N da Pixabay

                 

Nessun commento:

Posta un commento