Adesso facciamo i conti.

Ve lo ricordate il negozio che avevo costruito con uno scaffale Ikea?
Be', anche per un treenne, per quanto sia bello vendere, deve arrivare anche il momento di incassare, e il negozio non sarebbe stato completo senza un registratore di cassa.

Come fare? Tre sono le componenti fondamentali di un registratore: i tasti, il rotolo degli scontrini e naturalmente il casetto dei soldi.
Missione: riuscire a costruire tutto questo utilizzando soltanto materiale di riciclo.


Se volete cimentarvi anche voi nell'impresa, vi serviranno:
  • una scatola da scarpe per bambini (lo so, quelle non mancano), più una scatola più piccola per il cassetto (basta il coperchio)
  • del panno spugna (o se preferite, dei tappi di plastica)
  • un rotolo di cartone da carta forno o pellicola o alluminio
  • del pannolenci bianco
  • velcro
  • gommapiuma.
Siete pronti?
Prima cosa: tagliate la scatola in diagonale, dal lato dell'apertura. In questo modo il "piano" del registratore di cassa, ovvero il fondo della scatola, quello dove posizionerete i tasti, sarà  leggermente inclinato.
Ora fate un foro per il cassetto nel lato più corto e chiudete il fondo con il tappo della scatola (io l'ho ridimensionato in modo da incollare i bordi all'inerno). Ritagliate un foro nella parte anteriore, che sia largo quanto il coperchio di una scatola da scarpe più piccola, che sarà il vostro cassetto.

In fondo, sul lato più alto, potete mettere un po' di gommapiuma per impedire al cassetto di entrare del tutto nel corpo del registratore di cassa.
Per i numeri, ritagliate dei cerchi nel panno spugna.


Perché panno spugna? Con dei normali tappi di plastica l'effetto sarebbe stato sicuramente più preciso, ma io volevo che i tasti potessero essere premuti e dessero la sensazione di abbassarsi sotto la pressione delle dita.
Per un effetto ancora più forte, ho incollato due cerchietti uno sopra l'altro. Il risultato? Un po' rustico, per usare un eufemismo, ma molto più divertente da usare.

Ultimo dettaglio: lo scontrino.
Prima di incollare i tasti, ho ritagliato un foro quadrato nella parte più alta della scatola. Poi ho tagliato un pezzetto di tubo di cartone poco più stretto del foro. Ho preparato un cartoncino (poi sostituito con un pezzetto di legno) con due tagli che si infilassero nei bordi del foro.


Per gli scontrini, ho ritagliato dei rettangoli di pannolenci bianco, larghi quanto il rotolino, e li ho fissati l'uno all'altro (e al rotolo stesso) con delle striscioline di velcro, in modo da poterli strappare.
Quando il rotolo degli scontrini finisce (di solito succede sempre quando c'è molta gente in fila), basta sfilare il cartoncino o il legnetto interno, sfilare il rotolo e riattaccare gli scontrini.


Anche le monete nel cassetto sono cerchietti di panno spugna: con i prezzi che mi fa ultimamente il Piccolo T, meglio evitare i soldi veri!
Ma almeno lo scontrino me lo rilascia sempre.


You Might Also Like

4 commenti

  1. ma che spettacolo!!! online avevo visto tante versioni di cassa fai da te, ma la tua è decisamente la migliore, anche per merito degli scontrini staccabili!!! Replicherò di certo!!! Grazie per l'idea!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Per gli scontrini bisogna trovare un velcro "leggero" per evitare che si scolli.
      Ma in effetti danno soddisfazione. :)

      Elimina
  2. messo in to-do-list! E concordo, l'idea degli scontrini è fantastica!!!!
    Giada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giada di Quandofuoripiove che mette in to do list un mio progetto è un po' come pubblicare un video selfie e vederselo commentare da Tarantino (sostituire Tarantino con regista cult a piacere).
      È un vero onore!

      Elimina

Flickr Images